La tricopigmentazione

Cos’é la tricopigmentazione

La tricopigmentazione è un trattamento non chirurgico che consiste nell’iniettare depositi microscopi di pigmento nello scalpo con l’obiettivo di nascondere le zone calve dello scalpo, le aree diradate o altri difetti causati dalla perdita di capelli o da cicatrici.
Questa tecnica si basa sulla simulazione dei follicoli capillari naturali per creare una copertura a livello ottico. La tricopigmentazione è reversibile, ipoallergenica e biocompatibile grazie alla formulazione dei pigmenti utilizzati.



Prima della tricopigmentazione             

 










 


Dopo 1 seduta di tricopigmentazione












 


La specifica tecnica con cui si realizzano i puntini e il color cenere naturale garantiscono una replica quasi perfetta di una normale capigliatura. La durata generale della tricopigmentazione dipende dalle aree di trattamento, dall’età del soggetto, dalle caratteristiche della pelle, dalla carnagione, dal sistema immunitario così come da fattori esterni (esposizione solare). Il disegno dell’attaccatura, l’omogeneità del trattamento e l’armonizzazione con i capelli esistenti sono tutti fattori estremamente importanti per raggiungere un look totalmente naturale. La tricopigmentazione è sostanzialmente eseguita in 3 sessioni, la prima e la seconda di svolgono in due giorni consecutivi e la terza dopo 20-30 giorni dalla seconda sessione. Una sessione di tricopigmentazione dura circa dalle 2 alle 4 ore. In caso di ricostruzione totale dello scalpo il trattamento potrebbe durare di più.



La tricopigmentazione può essere utilizzata per ottenere:

1. Effetto densità
 
L’effetto densità permette di raggiungere una buona copertura persino in caso di capelli molto lunghi. Riduce infatti la trasparenza e aumenta l’effetto ottico di densità. Si tratta di un’ottima alternativa all’uso delle microfibre di cheratina.
 
 
2. Effetto rasato

 
Ci permette di replicare l’aspetto di uno scalpo rasato in caso di pazienti che non sono idonei per una chirurgia di trapianto di capelli a seguito di uno squilibrio esistente tra area donante e area ricevente, per pazienti con alopecia universale o pazienti che sono in cerca di una soluzione più economica rispetto alla chirurgia di trapianto di capelli per il loro problema di calvizie. L’effetto rasato consente di ottenere una ricostruzione completa dello scalpo, un miglioramento della densità o una ricostruzione parziale dello scalpo (attaccatura) in caso di capelli rasati o a media lunghezza.
 
3. Ricostruzione di cicatrici
 
Permette ai pazienti di nascondere cicatrici derivanti da interventi FUE o FUE o post traumatiche.
 

La qualità del risultato del trattamento di tricopigmentazione dipende dai seguenti importanti fattori:

 

Durata della tricopigmentazione

Diversamente dai pigmenti utilizzati per i trattamenti permanenti (micropigmentazione dello scalpo) i pigmenti temporanei sono esplicitamente disegnati per scomporsi più rapidamente ed essere fagocitati naturalmente dall’organismo. Questa reazione accelerata avviene grazie alla specifica composizione del pigmento. Le dimensioni delle particelle che compongono il pigmento temporaneo sono più piccole e questo fa si che si scompongano più facilmente e che sia espulse dal corpo attraverso il sistema immunitario.
Il pigmento inizia solitamente a sbiadire attorno ai 6-18 mesi dopo il trattamento sebbene non necessariamente in modo uniforme o completamente.  Questa situazione richiede un’ulteriore trattamento dopo 12 mesi a seconda del tipo di pelle, della carnagione dell’effetto desiderato e dell’esposizione solare. La sfumatura sulla superficie dello scalpo può arrivare a durare 2-3 anni con questo tipo di pigmento ma è probabile che permanga a livello dermatico più a lungo.
 
 

 In che modo la tricopigmentazione è complementare al trapianto di capelli ?

In caso di pazienti con un’area donante limitata, la tricopigmentazione risulta essere un valido complemento alla chirurgia di trapianto di capelli in molti modi. Per esempio aumentando la densità generale ottenuta attraverso la chirurgia di trapianto di capelli (effetto densità), permettendo di coprire l’area ricevente rimanente dopo una ricostruzione dell’attaccatura o persino riducendo la visibilità delle piccole cicatrici circolari biancastre (white dots) derivanti da numerose chirurgie FUE.

 

Quali sono le differenze tra tricopigmentazione e micropigmentazione dello scalpo ?

La tricopigmentazione è la versione non permanente della micropigmentazione dello scalpo che si basa su una tecnica simile ma con pigmenti diversi e una durata differente.  Per questa ragione è richiesto un rinforzo annuale.
L’opzione della temporaneità del risultato fa si che molto spesso le persone siano più propense a risolvere il loro problema di calvizie grazie al fatto che la tricopigmentazione non è permanente.
Visto che I pigmenti svaniscono dopo 6-18 mesi la tricopigmentazione non causa nessun problema quando i capelli del paziente perdono pigmento e diventano bianchi. Nel caso della micropigmentazione dello scalpo potrebbero invece esserci problemi quando i pigmenti sono neri e i capelli del paziente iniziano a diventare bianchi.

 

 

 
 

Ci prenderemo cura di voi

Desiderate ricevere un preventivo personalizzato?
Riempite il il nostro modulo di consulto online e vi contattaremo.

Consulto online

Avete domande?
Please send us an email, and we will contact you as soon as possible.

E-mail

Any questions about hair transplants, techniques, pricing, etc. Check our online FAQ database first.

FAQ