Diagnosi e consulto

Trapianto di capelli: ricerca e progresso

I primi trapianti di capelli furono realizzati durante la seconda guerra mondiale per pazienti giapponesi ustionati. Sebbene ogni registro di questi interventi sia andato perso nell’agitazione pre e post guerra, la ricerca nel campo del trapianto di capelli ha iniziato ad avanzare appena dopo la guerra mondiale.
Fu presto scoperto che i capelli trapiantati dalla zona donante continuavano a crescere e che non erano soggetti a caduta. I ricercatori si trovarono tuttavia presto ad affrontare la sfida più grande ovvero come far si che i trapianti di capelli apparissero naturali. La ricerca di tecniche migliori e di risultati più naturali si avviò.  



Mini e micro-innesti di unità follicolari



Sono stati fatti grandi progressi e miglioramenti nel campo del trapianto di capelli fin dagli inizi degli anni 90. Gli innesti originalmente piuttosto grandi e rotondi sono progressivamente diventati più piccoli (ci si riferisce ora a mini e micro innesti) e ciò ha portato a vedere i gruppi di follicoli capillari come strutture anatomiche definite unità follicolari (U.F).
Durante gli ultimi anni, l’uso di occhiali magnificatori e dei microscopi ha permesso di osservare ancora meglio la struttura anatomica delle unità follicolari permettendo lo sviluppo di tecniche più raffinate e precise. Questo a sua volta ha permesso di realizzare trapianti con maggior densità rendendo altresì più naturale l’aspetto dei capelli trapiantati. La dissezione microscopica delle unità follicolari (tecnica FUT al microscopio) ha rappresentato un significativo passo in avanti visto che grazie ad essa si è sviluppata la prima tecnica di trapianto che garantiva risultati naturali.  L’unico limite, infatti, è rappresentato dal numero di capelli in area donante. Le unità follicolari estratte e trapiantate con perizia sono difficilmente, se non impossibili, da distinguere rispetto ai capelli nativi.


La ricerca delle cause: diagnosticare la calvizie e consigliare i pazienti

La caduta dei capelli è legata ad un gran numero di differenti cause, il che rende il compito di diagnosticarla e di fornire un trattamento, particolarmente complesso. Per capire perché i capelli cadono, si miniaturizzano (alopecia) o scompaiono completamente (effluvio) e per fornire in seguito il trattamento corretto è necessario ricercare le esatte cause che conducono a queste situazioni.  Questo richiede sia una diagnosi precisa e dettagliata che una ricerca in profondità della storia medica del paziente. Un’analisi delle malattie passate del paziente e un esame clinico permette generalmente (in circa l’80% dei casi) di fornire una diagnosi.
Dipendendo dagli esami in precedenza effettuati, dagli antecedenti medici dei pazienti e dalle conclusioni ricavate possono rendersi necessari ulteriori esami. Questi possono includere analisi specifiche del capello, alla ricerca di disturbi sottostanti o anche esami del sangue. Le tecnologie moderne aiutano a proteggere i pazienti da uno stress innecessario.   
La base di qualsiasi terapia di successo e del trattamento ad essa correlate è sempre un’analisi ben dettagliata ed in profondità che permetta al medico non solo di tracciare le conclusioni riguardo alla situazione dei capelli e dello scalpo del paziente ma anche di presentare e spiegare al paziente una terapia personalizzata.  

Questa dettagliata analisi si compone, a seconda del tipo e dell’intensità della perdita dei capelli e della conseguente terapia/trattamento, di varie procedure e metodi diagnostici, molti dei quali si complementano e si supportano l’uno con l’altro:

Ci prenderemo cura di voi

Desiderate ricevere un preventivo personalizzato?
Riempite il il nostro modulo di consulto online e vi contattaremo.

Consulto online

Avete domande?
Please send us an email, and we will contact you as soon as possible.

E-mail

Any questions about hair transplants, techniques, pricing, etc. Check our online FAQ database first.

FAQ