In generale

Cosa si intende per Fut (Follicular Unit Transplantation)?



























 

La FUT è una tecnica chirurgica in cui una losanga dello scalpo è prelevata dall’area donante ovvero dalla parte posteriore della testa. In seguito i singoli follicoli/unità follicolari vengono estratti dalla losanga avvalendosi di magnificazione al microscopio e sono successivamente preparati per l’innesto.
 

Queste unità follicolari, termine spesso abbreviato in UF, crescono in natura in gruppi di 1-4 e talvolta 5 follicoli. Quanto si ottiene mediante l’estrazione è poi innestato in area ricevente. I capelli estratti in questo modo mantengono la loro informazione genetica e ricrescono nuovamente nell’area ricevente dopo il trapianto. 

Per ottenere il numero corretto di follicoli necessari affinché il trapianto appaia del tutto naturale, si deve determinare la densità di capelli del paziente nell’area donante nel modo più preciso possibile (misurazione della densità). Questo si può fare contando il numero di unità follicolari per centimetro quadrato prima dell’intervento e determinando in base ad esso la misura della losanga di scalpo che dovrà essere rimossa usando un bisturi. Il processo avviene sotto anestesia locale in modo che il paziente non avverta nessun tipo di dolore.


I vantaggi: per quali pazienti è adatto un intervento con tecnica FUT ?















 

Il maggior vantaggio associato all’estrazione di una losanga con tecnica strip è il gran numero di unità follicolari di cui si può disporre durante una singola sessione chirurgica. A differenza della Follicular unit extraction (FUE) si possono estrarre molti più capelli in un breve periodo di tempo riducendo dunque lo sforzo. Il metodo FUT  è principalmente indicato per quei pazienti classificabili come Norwood III-VII per i quali è necessario trapiantare un gran numero di capelli. I pazienti di età maggiore di 30-35 anni sono ritenuti più adatti visto che possibilità che si verifichi l’effetto di allargamento della cicatrice (diastasi) è minore. La FUT è indicata anche per trapianti combinati, per esempio quando si deve correggere od almeno diminuire la cicatrice derivante da un precedente intervento e allo stesso tempo si vuole effettuare un trapianto di capelli. 


I limiti  della FUT

Tipologie di cicatrice e loro evoluzione 

La cicatrice lasciata dalla FUT nella parte posteriore dello scalpo del paziente è molto sottile, nella maggior parte dei casi compresa tra 1 e 2 mm di larghezza. La lunghezza differisce.  Si tratta sempre di una cicatrice lineare la cui visibilità può essere maggior o minore. 

La visibilità della cicatrice non dipende solo dalla capacità e dall’esperienza del chirurgo e dalla tecnica che ha utilizzato ma anche da fattori individuali come l’età del paziente, il tipo di pelle, le caratteristiche della pelle, la tensione della pelle ed il processo di guarigione. Non si può prevedere come guarirà la cicatrice persino nel caso in cui altre ferite siano, in passato, guarite molto bene. 

Bisogna anche tener conto del fatto che una cicatrice lineare può variare durante il processo di guarigione così come la tensione dello scalpo (cosiddetto effetto stretch-back). Questo può verificarsi immediatamente dopo l’intervento o nei sei mesi successivi. 

La ferita è suturata con punti o graffette metalliche che dovranno essere rimosse successivamente.

A seconda della dimensione della cicatrice derivante dalla chirurgia FUT i capelli non possono essere lasciati più corti di 10-15 mm per evitare che la cicatrice sia visibile.
 

L’intervento, il processo di guarigione e le possibili complicazioni post operatorie. 

Idealmente l’area ricevente dovrebbe essere rasata prima della chirurgia, in particolare quando si sta parlando di un intervento FUT ad alta densità o di una mega sessione. Si possono fare delle eccezioni e questo tema dovrebbe essere discusso personalmente con il Dr.Feriduni. Quando si tratta invece di trapianti di portata ridotta in alcuni casi non è necessario rasare nulla.

Sebbene ciò avvenga molto raramente, possono verificarsi delle complicazioni durante e dopo il trapianto così come avviene per qualsiasi chirurgia. Queste includono dolore nell’area della cicatrice ed infezioni delle ferite. 

In area donante si può avere una sensazione di insensibilità o si può avvertire tensione. Il processo di guarigione inoltre può essere particolarmente lungo (fino a 2 settimane) a causa della dimensione dell’incisione. 

Dopo il trapianto i pazienti dovrebbero evitare alcune attività sportive (bodybuilding, arti marziali) per un periodo di almeno 6 settimane. Attività sportive più moderate come corsa, nuoto, ciclismo possono essere riprese dopo circa 2 settimane, sebbene si debbano prendere delle precauzioni.

Quando si estraggono i capelli dall’area donante i follicoli nelle immediate vicinanze dell’incisione possono essere danneggiati o lesionati. Nel momento in cui la ferita viene suturata o chiusa con le graffette metalliche vi è un ulteriore possibile rischio di danneggiamento dei follicoli. 

Dopo la chirurgia si può verificare un certo gonfiore. In alcuni casi le unità follicolari circostanti a quelle trapiantate possono cadere.

Ci prenderemo cura di voi

Desiderate ricevere un preventivo personalizzato?
Riempite il il nostro modulo di consulto online e vi contattaremo.

Consulto online

Avete domande?
Please send us an email, and we will contact you as soon as possible.

E-mail

Any questions about hair transplants, techniques, pricing, etc. Check our online FAQ database first.

FAQ